Laboratorio

IL TEATRO DEI SUONI – Percorsi per insegnanti

IL TEATRO DEI SUONI – Giocare con il mondo sonoro per inventare un teatro che racconti storie di suoni

I linguaggio teatrale e quello sonoro hanno da sempre intessuto rapporti molto stretti, a volte fondati sulla dipendenza reciproca, a volte su di una intensa complementarietà. In ogni caso, però, nel teatro si può ritrovare facilmente un profondo legame con il suono, con la musica, con il ritmo, proprio come, al contrario, non è difficile individuare la presenza di elementi tipici della teatralità nell’universo sonoro.
Muovendo da questa riflessione, il laboratorio propone un percorso teorico e pratico finalizzato ad indagare e a sperimentare un possibile uso teatrale del suono o, meglio, un possibile uso del suono in contesti teatrali.
Muovendoci al confine tra musica e teatro, tratteremo la materia sonora puntando sulle sue potenzialità espressive, sulle sue capacità di raccontare storie, di generare emozioni. Andremo alla ricerca delle possibili strade per integrare al meglio suono e teatro in modo da esaltarne reciprocamente le peculiarità espressive, in modo da valorizzarne i naturali tratti complementari.
Si tratterà, dunque, di partire dall’esperienza sensoriale e dal dato strettamente tecnico – acustico per andare oltre, seguendo un percorso nel quale il gioco del teatro farà da stimolo all’invenzione sonora e si proporrà, nel contempo, come utile strumento di lavoro per una più completa educazione al suono e alla musica.
Nel corso degli incontri verranno trattati i seguenti argomenti:

– Il materiale di partenza: il suono.

– Giocare con i suoni.

– Suoni allegri, suoni tristi, suoni arrabbiati, suoni innamorati.

– I suoni delle storie e le storie dei suoni: per un uso teatrale del suono.

– Suoni e musiche per inventare teatro, suoni e musiche per fare teatro.

Il laboratorio si articola in 6 incontri di 2 ore o con modalità concordabili a seconda dei casi. L’attività è rivolta ad un massimo di 25 partecipanti. Es. Tecniche: spazio sufficientemente ampio dotato delle sedie necessarie (aula, piccola palestra o simili). I partecipanti sono invitati ha portare con sé strumenti musicali ed oggetti sonori eventualmente posseduti. Si consiglia un abbigliamento comodo.


SUONI PREZIOSI – Riscoprire la memoria sonora per trovare i suoni importanti della nostra vita

Si può parlare di immaginario sonoro?
Si possono indagare i suoni nascosti nella mente dei bambini, nella loro fantasia e in ognuno di noi?
Si può riscoprire la forza vitale del suono, cercando i suoni più importanti della nostra vita?
Si può ricostruire la nostra storia attraverso la memoria sonora?
Si possono legare memorie del passato, pensieri sul presente e fantasie per il futuro seguendo il filo delle percezioni sonore?
L’intero percorso viene sviluppato all’interno di una metafora teatrale, che fa da contesto e stimolo per ogni attività.
C’è una storia che racconta un’avventura vissuta da un gruppo di persone o, meglio, una traccia narrativa basata su alcune tappe da superare, a seconda delle scelte dei partecipanti. Un’avventura teatrale, dunque, di cui ogni partecipante sarà protagonista. Una proposta particolare, concepita come un percorso da vivere insieme, muovendosi al confine tra suono e teatro; come una storia da giocare passo dopo passo; come un gioco di ruolo da sperimentare e costruire, tappa dopo tappa, grazie alle scelte di ognuno.
La storia di un popolo che rischia di scomparire: il Popolo dei Suoni, impegnato da sempre a proteggere e a custodire la capacità di ascoltare del Popolo degli Uomini. La storia di un gruppo di persone pronte a partire per seguire le sue tracce, decise a svelare il mistero della scomparsa dei quattro elementi sonori primordiali di quel popolo: persone disposte a mettere in gioco i propri suoni più preziosi per dare nuova vita al Popolo dei Suoni e per salvare la capacità di ascoltare del Popolo degli Uomini.
Il laboratorio, più volte sperimentato con i bambini, propone un approccio teatrale all’educazione musicale. Un approccio che intende andare a recuperare un rapporto più profondo tra la storia di ognuno ed il mondo sonoro:

– per ritrovare il valore dell’esperienza sonora, al di là del frastuono quotidiano

– per ritrovare il valore dei suoni che hanno segnato i momenti importanti della nostra vita

– per ritrovare il valore del silenzio e dell’ascolto

– per riscoprire il piacere di comporre le proprie tracce sonore, partendo da suoni che ci appartengono profondamente.

Gli argomenti e le attività del laboratorio proposto sono stati più volte sperimentati con bambini e ragazzi quindi, con gli opportuni accorgimenti, potranno essere utilizzati in classe o con il gruppo con il quale si lavora.

Il laboratorio si articola in 6 incontri di 2 ore o con modalità concordabili a seconda dei casi. L’attività è rivolta ad un massimo di 25 partecipanti. Es. Tecniche: spazio sufficientemente ampio dotato delle sedie necessarie (aula, piccola palestra o simili). I partecipanti sono invitati ha portare con sé strumenti musicali ed oggetti sonori eventualmente posseduti. Si consiglia un abbigliamento comodo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...