Laboratorio

LIBROFORUM: STORIE PER PENSARE Racconti e fiabe della tradizione orale tra teatro e musica

Letture animate condotte da Marco Bricco

Da sempre, la tradizione popolare ha affidato alla narrazione e al racconto di storie principi educativi e valori che, attraverso la dimensione orale, venivano poi tramandati di generazione in generazione. Quei racconti, spesso legati a temi ed interrogativi universali, possono ancora insegnare qualcosa e farci riflettere. Con la loro sorprendente semplicità, possono aiutarci a guardare la crudezza del quotidiano dandone una rilettura fantastica, per vivere ed affrontare i temi forti della vita negli spazi protetti dell’immaginazione e del gioco narrativo.
Ogni lettura sarà sviluppata coinvolgendo i bambini nelle diverse parti del racconto. A seconda dei casi, i partecipanti diventeranno personaggi della vicenda o musicisti impegnati nella realizzazione della colonna sonora; il tutto semplicemente seguendo alcune piccole istruzioni date durante la narrazione e, naturalmente, senza perdere di vista lo svolgersi emozionante, divertente e avventuroso della storia.
Al termine della lettura animata, i bambini saranno incoraggiati a riflettere e a discutere sulle tematiche principali della storia che hanno ascoltato, per confrontarsi sul senso e sul significato e per rendere l’intera esperienza più ricca possibile.


Le storie proposte

L’OSSO CHE CANTA (tratto da Fiabe dei Fratelli Grimm)

Un grosso cinghiale saccheggia i campi e minaccia gli abitanti di un villaggio. Il Re offre una grande ricompensa, a chi abbia il coraggio di liberare il paese da quel terribile pericolo e così due fratelli coraggiosi partono alla sua ricerca. Ma i due ragazzi non sono uguali: uno è buono e gentile, mentre l’altro è presuntuoso ed arrogante. Chi riuscirà nella difficile impresa?

Tematiche: invidia, vendetta, vittoria della verità sulla menzogna, trionfo della giustizia.
Tecniche usate: narrazione, improvvisazione su canovaccio, musica dal vivo.
Fascia d’età: dai 6 ai 12 anni.
Durata: 1 ora e 30’ circa.


I DONI DEL POPOLO PICCINO (tratto da Fiabe dei Fratelli Grimm)

Due amici, un sarto ed uno orefice, viaggiando per il mondo incontrano uno strano piccolo popolo, che danza alla luce della luna. E da quel popolo, in quella strana notte, i due ricevono in dono tutto il carbone che riescono a raccogliere: un carbone molto particolare, che al mattino si trasforma in oro. Ma l’orefice non si accontenta. Vuole di più. Torna da quel popolo la notte successiva, per arricchirsi ancora e ancora, ma la sua ingordigia sarà punita e solo l’amicizia sincera del sarto lo riscatterà.

Tematiche: amicizia sincera, ingordigia, avidità, apparenza che inganna.
Tecniche usate: narrazione, improvvisazione su canovaccio, musica dal vivo.
Fascia d’età: dai 6 ai 10 anni.
Durata: 1 ora e 30’ circa.


GIOVANNINO SENZA PAURA (tratto da Fiabe Italiane di Italo Calvino)

Un ragazzino coraggioso, che non conosce la paura, decide di partire e viaggiare per il mondo. Vuole mettere alla prova il suo coraggio. Vuole scoprire se esista qualcosa che gli faccia paura. Si troverà a passare la notte in un castello, tetro e abbandonato, dimora di un gigante spaventoso e metterà finalmente alla prova tutto il suo coraggio.

Tematiche: paura e coraggio, quando la paura è segno di debolezza e quando la paura protegge ed aiuta a crescere, la paura non ha confini: grandi e piccole paure.
Tecniche usate: narrazione, improvvisazione su canovaccio, musica dal vivo.
Fascia d’età: dai 6 ai 10 anni.
Durata: 1 ora e 30’ circa.


LO STRANO VIOLINISTA (tratto da Fiabe dei Fratelli Grimm)

Uno strano personaggio solitario – un violinista – vaga per la foresta e suona. Il suo suonare attira e affascina, così a lui si avvicinano animali curiosi che offrono la loro amicizia. Il violinista, però, non sembra mai essere soddisfatto ed ogni volta rifiuta: solo quando troverà qualcuno davvero simile a lui ne accetterà l’amicizia e sarà davvero felice.

Tematiche: amicizia, insoddisfazione, condivisione, fascinazione della musica.
Tecniche usate: narrazione, improvvisazione su canovaccio, musica dal vivo.
Fascia d’età: dai 6 ai 10 anni.
Durata: 1 ora e 30’ circa.


IL PAESE DOVE NON SI MUORE MAI (tratto da Fiabe Italiane di Italo Calvino)

Un ragazzino, curioso e sensibile, non riesce proprio ad accettare che la vita possa finire e, dopo aver molto pensato, parte alla ricerca di un paese dove non si muoia mai. Il viaggio è lungo e nessuno sa dare indicazioni precise su dove possa essere. Qualcuno non crede nemmeno che esista, qualcuno lo prende persino in giro. Qualcuno fa offerte allettanti per 100, 200, persino 300 anni di vita, ma nulla distrae dalla sua ricerca quel ragazzino che, dopo molto viaggiare, trova finalmente ciò che sta cercando. Ma quando si raggiunge una meta così ambita, può essere molto pericoloso cedere alla curiosità di voler tornare indietro, anche solo per un momento, per vedere cosa sia rimasto del proprio passato.

Tematiche: determinazione, coerenza, coraggio, ineluttabilità del passare del tempo, impossibilità del ritorno a ciò che è passato, impossibilità di evitare il proprio destino.
Tecniche usate: narrazione, improvvisazione su canovaccio, musica dal vivo.
Fascia d’età: dai 6 ai 12 anni.
Durata: 1 ora e 30’ circa.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...